Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoled 21 novembre 2018

Alfredo Castro

Il Montana vestito da Manero

62 anni, 19 Dicembre 1955 (Sagittario), Santiago del Cile (Cile)
occhiello
Cosa fai di lavoro? Tony Manero: FACCIO QUESTO
dal film Tony Manero (2008) Alfredo Castro Ral Peralta alias Tony Manero
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Alfredo Castro
Torino Film Festival 2008
Premio miglior attore per il film Tony Manero di Pablo Larrain



La tragica storia di un assassino non seriale fra discoteca e dittatura.

Tony Manero: Il crocifisso e l'uomo morente

gioved 15 gennaio 2009 - Edoardo Becattini cinemanews

Tony Manero: Il crocifisso e l'uomo morente Un giorno guardi il crocifisso e tutto quello che vedi un uomo morente sulla croce.
Nel culmine della prova generale di una misera esibizione di ballo, Ral Peralta ripete meccanicamente, come in uno stato di trance, le parole con cui in La febbre del sabato sera Frank Manero spiega a suo fratello Tony perch ha perso la fede ed ha intenzione di abbandonare il sacerdozio. Nel film di Pablo Larran Tony Manero, quella stessa frase, ripetuta sullo scarno palcoscenico di uno squallido bar-pensione, perde la sua naturale ispirazione religiosa e trova significato su un ambito ben pi terreno, tragico e grottesco. Nell'enfasi delle sue parole, questa frase-ponte porta inscritto tutto il rapporto che lega e separa il film di Larran all'opera che lanci la carriera di John Travolta nel 1977. Il "crocifisso" oggetto da contemplare, una metonimia, figurazione materica di un culto. Il crocifisso Tony Manero/John Travolta, carismatico protagonista di un fenomeno di costume di lunga vita per il popolo delle discoteche, nonch simbolo del tramonto degli anni Settanta. L"uomo morente" invece Tony Manero/Ral Peralta, laido ometto di mezza et che sogna le luci della pista da ballo ma vive da patriarca in una bettola situata nella disagiata periferia di una Santiago del Cile in pieno regime Pinochet.

Museo - Folle Rapina a Citt del Messico

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,88)
Un film di Alonso Ruizpalacios. Con Gael Garca Bernal, Leonardo Ortizgris, Alfredo Castro, Simon Russell Beale, Lisa Owen.
continua»

Genere Drammatico, - Messico 2018. Uscita 31/10/2018.

Il Presidente

* * * - -
(mymonetro: 3,04)
Un film di Santiago Mitre. Con Ricardo Darn, Dolores Fonzi, Erica Rivas, Elena Anaya, Daniel Gimnez Cacho.
continua»

Genere Drammatico, - Argentina, Francia, Spagna 2017. Uscita 31/10/2018.

Neruda

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,68)
Un film di Pablo Larrain. Con Luis Gnecco, Gael Garca Bernal, Mercedes Morn, Diego Muoz, Pablo Derqui.
continua»

Genere Biografico, - Argentina, Cile, Spagna, Francia 2016. Uscita 13/10/2016.

Il club

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,85)
Un film di Pablo Larrain. Con Roberto Faras [I], Antonia Zegers, Alfredo Castro, Alejandro Goic, Alejandro Sieveking.
continua»

Genere Drammatico, - Cile 2015. Uscita 25/02/2016.

Ti guardo

* * * - -
(mymonetro: 3,47)
Un film di Lorenzo Vigas. Con Alfredo Castro, Luis Silva, Jeric Montilla, Catherina Cardozo, Marcos Moreno.
continua»

Genere Drammatico, - Venezuela, Messico 2015. Uscita 21/01/2016. 14
Filmografia di Alfredo Castro »

sabato 3 novembre 2018 - Cuarn, Irritu, Del Toro e ora Ruizpalacios: la nuova ondata di autori messicani ha ridato linfa (e meritati premi) a una delle cinematografie pi sorprendenti e sconosciute del mondo.

Museo e il Messico: una cinematografia tornata grande

Roy Menarini cinemanews

Museo e il Messico: una cinematografia tornata grande Se si escludono le grandi cinematografie occidentali, quella messicana rappresenta forse la pi sorprendente e sconosciuta, almeno al di fuori dei circuiti cinefili e non tenendo conto del presente. Prima rivoluzionaria (nei primi 30 anni del '900 la popolazione era all'ottanta per cento analfabeta e imparava attraverso i film), poi colossale nel secondo dopoguerra, la settima arte di questo paese possiede nella sua storia un tal numero di capolavori che molti spettatori ignari ne sarebbero stupefatti. L'orgoglio messicano verso la propria storia artistica - cos ben chiarito in Museo di Alonso Ruizpalacios, dove un furto in una istituzione offende e tradisce un intero popolo - stato di recente sollecitato dalla nuova ondata di cineasti contemporanei che lo hanno (ri)fatto grande. Il Leone d'Oro a Roma di Alfonso Cuarn (opera ancora una volta stracolma di affetto, sia pure contradittorio e dolceamaro, per il paese), solo la punta dell'iceberg dopo l'inanellarsi di trionfi dei vari Alejandro Gonzles Irritu, Guillermo Del Toro, o dello stesso, emergente Ruizpalacios.

Solo ricordando la sanguinosa e appassionata storia novecentesca del Messico, fino ad arrivare alla recente situazione di criminalit, utopie e tensioni con gli Stati Uniti, si pu comprendere quanto delicata sia una vicenda come quella ricostruita in Museo. I ladruncoli protagonisti, che fanno una bravata di cui loro stessi si stupiscono per poi accorgersi che la merce rubata al Museo di Citt del Messico semplicemente impossibile da rivendere al mercato nero per la troppa fama che ha, sono persone senza storia. Gli servir tutta la seconda parte del film - quella della ricerca del compratore, della fuga, del percorso erratico nel paese - per accorgersi di che cosa il Messico. Che poi tocchi a un attore cileno (Alfredo Castro) interpretare il padre, al tempo stesso orgoglioso e fallimentare, che odia se stesso e il figlio che lo ha svergognato, solo un'altra delle sorprese che la produzione latino-americana ci offre a ogni pi sospinto. La sostanza non cambia.

venerd 26 ottobre 2018 - Su MYmovies.it i primi 4 minuti del film di Santiago Mitre, ritratto di un uomo che ha fatto della politica la sua professione. Dal 31 ottobre al cinema.

Il Presidente, guarda l'inizio del film con Ricardo Darn

a cura della redazione cinemanews

Il Presidente, guarda l'inizio del film con Ricardo Darn Invitato a partecipare al summit dei leader politici latino americani in Cile, finalizzato a definire le strategie e le alleanze geopolitiche del Sud America, Hernn Blanco, il presidente argentino, vive un dramma politico e familiare che lo obbligher a confrontarsi con i demoni che lo tormentano. Dovr affrontare decisioni che potrebbero cambiare il corso della propria vita pubblica e privata: da un lato, un rapporto complesso, a livello emotivo, con la figlia e, dall'altro, la decisione politica pi importante della sua carriera. "Con Il Presidente ho voluto spingermi oltre e tracciare il ritratto di un'importante figura politica, di un uomo che ha fatto della politica la sua professione. Volevo mostrare la sua immagine pubblica e privata a confronto, mostrare l'essere umano che sottende l'animale politico". Santiago Mitre, regista Diretto da Santiago Mitre, Il Presidente - di cui presentiamo in anteprima i primi 4 minuti - sar al cinema da mercoled 31 ottobre. Nel cast, tra gli altri, troviamo Ricardo Darn (Hernn Blanco), Dolores Fonzi (Marina Blanco), rica Rivas (Luisa Cordero), Elena Anaya (Claudia Klein), Daniel Gimnez Cacho (Sebastin Sastre) e Alfredo Castro (Desiderio Garca).

   

venerd 26 ottobre 2018 - Un racconto beffardo ispirato da eventi realmente accaduti e girato in location messicane mai riprese prima d'ora. Premiato a Berlino e dal 31 ottobre al cinema.

Museo, 4 minuti della folle commedia con Gael Garca Bernal

a cura della redazione cinemanews

Museo, 4 minuti della folle commedia con Gael Garca Bernal A trent'anni compiuti, Juan Nuez e Benjamn Wilson non sembrano intenzionati a finire la scuola di veterinaria o lasciare la casa dei loro genitori. Al contrario, si crogiolano in quel confortevole limbo che il distretto di Satelite, la versione messicana della periferia americana. In una fatale Vigilia di Natale, tuttavia, decidono che il momento di agire arrivato, e progettano quella che sar ricordata come la pi famigerata rapina di reperti nella storia del Messico. Liberandosi dalla tradizionale cena in famiglia e approfittando dell'assenza della sicurezza per le feste natalizie, Juan e Benjamn saccheggiano l'iconico Museo Nazionale di Antropologia del Messico dei suoi reperti pi preziosi per intraprendere una (dis)avventura che cambier per sempre le loro vite. L'entit della rapina supera le aspettative dei due giovani ladri dilettanti che, il mattino seguente, realizzano (anche se ormai troppo tardi) la portata e le implicazioni del loro gesto. Esitanti sui passi da percorrere a seguito del loro piano male organizzato, si lasciano tutto alle spalle e partono per un viaggio che li porter dalle rovine Maya di Palenque al mondo sotterraneo decadente di Acapulco Bay in un inutile tentativo di ricettare quei tesori talmente preziosi e riconoscibili che nessuno osa acquistare. Ispirato da eventi realmente accaduti e girato in location messicane mai riprese prima d'ora, Museo - Folle rapina a Citt del Messico un racconto beffardo che trae ispirazione dal proverbio: "non sai mai quello che hai finch non lo perdi". Diretto da Alonso Ruizpalacios e premiato alla Berlinale con l'Orso alla Miglior Sceneggiatura, Museo - di cui presentiamo 4 minuti in anteprima - sar al cinema da mercoled 31 ottobre. Nel cast, tra gli altri, troviamo Gael Garca Bernal, Leonardo Ortizgris, Alfredo Castro e Simon Russell Beale.

Altre news e collegamenti a Alfredo Castro »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità