Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
giovedì 24 gennaio 2019

Timothée Chalamet

Rendere giustizia al personaggio

Nome: Timothée Hal Chalamet
23 anni, 27 Dicembre 1995 (Capricorno), New York City (New York - USA)
occhiello
Sapessi quanto poco so delle cose importanti....
dal film Chiamami col tuo nome (2017) Timothée Chalamet è Elio Perlman
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Timothée Chalamet
Golden Globes 2019
Nomination miglior attore non protagonista per il film Beautiful Boy di Felix Van Groeningen

BAFTA 2019
Nomination miglior attore non protagonista per il film Beautiful Boy di Felix Van Groeningen

Golden Globes 2018
Nomination miglior attore in un film drammatico per il film Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino

Premio Oscar 2018
Nomination miglior attore per il film Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino

BAFTA 2018
Nomination miglior attore per il film Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino



Regista e protagonisti raccontano Chiamami col tuo nome, tra aspettative, soddisfazioni e un complimento più inatteso di altri. Al cinema.

Luca Guadagnino: «il mio film? Non è una storia d'amore gay»

venerdì 26 gennaio 2018 - Paola Casella cinemanews

Luca Guadagnino: «il mio film? Non è una storia d'amore gay» "Che effetto fanno quattro candidature agli Oscar? Provo grande felicità e orgoglio. Ma sono già nel mezzo dei lavori per il prossimo film (Rio con Jake Gyllenhaal, Michelle Williams e Benedict Cumberbatch, mentre è in post produzione il remake di Suspiria con Chloe Grace Moretz, Dakota Johnson e Tilda Swinton), dunque riesco a mantenere le cose in prospettiva". All'indomani delle nomination per Chiamami col tuo nome - Miglior Film, Miglior Attore Protagonista, Miglior Sceneggiatura Non Originale e Miglior Canzone - Luca Guadagnino si schernisce. "Non ci sarà un discorso di accettazione, ne sono convinto, siamo già contenti così", e ringrazia la squadra che ha reso tutto possibile, in primis Armie Hammer e Timothée Chalamet, accanto a lui in questo incontro con la stampa. Come è nato Chiamami col tuo nome?
Guadagnino: In maniera inusuale. Un produttore americano mi ha fatto leggere il romanzo da cui è tratto il film che è ambientato in Liguria. Io mi trovavo proprio in quella regione quando mi è stato chiesto di dare un mio parere. Da lì sono entrato a far parte della produzione, abbiamo cercato un regista - fra i nomi possibili c'era Gabriele Muccino - e ho finito per girarlo io con un budget minimale.

Come è avvenuto l'incontro con gli attori?
Guadagnino: Timothée aveva 17 anni, ma era già un veterano dopo Homeland e la parte di Casey Affleck giovane in Interstellar. La nostra prima conversazione è stata un'epifania: sapevo di aver incontrato Elio e insieme una voce straordinaria. Armie invece lo tenevo d'occhio fin dai tempi di The Social Network.
Hammer: Luca ed io ci siamo incontrati nel 2010 a casa sua. Di solito questi meeting durano una quarantina di minuti, invece noi abbiamo passato quasi quattro ore a parlare di libri, filosofia e arte, mangiando e bevendo caffè. Da attore presuntuoso ero convinto di essere già scritturato. Invece sono passati sei anni di silenzio assoluto prima di ricevere la telefonata che mi chiedeva se ero interessato alla sceneggiatura del prossimo film di Luca. Ho risposto: "Ci sto!" prima di averla letta, e dopo ho detto: "Wow!" e ho firmato. Se volevo considerarmi un artista dovevo mettermi alla prova e superare i miei limiti, ed è proprio quello che è successo. Chiamami col tuo nome ha cambiato la traiettoria della mia vita e il modo in cui intendo continuare a fare cinema.
Chalamet: Per me ci sono voluto tre anni di attesa, e finalmente a vent'anni ho avuto la parte. Mi è sembrata un'occasione unica: quando si è giovani è raro poter recitare ruoli che non siano quelli del fidanzatino o dello studentello. Elio invece è un personaggio ricco, complesso e articolato, di grande intelligenza e fluidità intellettuale. La parte più difficile è stato imparare a parlare l'italiano e a suonare il piano: l'"improvvisazione" al pianoforte che appare nel film era il frutto di un mese e mezzo di prove.

Hostiles - Ostili

* * * - -
(mymonetro: 3,13)
Un film di Scott Cooper. Con Christian Bale, Rosamund Pike, Wes Studi, Adam Beach, Rory Cochrane.
continua»

Genere Avventura, - USA 2017. Uscita 22/03/2018.

Lady Bird

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,52)
Un film di Greta Gerwig. Con Saoirse Ronan, Laurie Metcalf, Tracy Letts, Lucas Hedges, Timothée Chalamet.
continua»

Genere Commedia, - USA 2017. Uscita 01/03/2018.

Chiamami col tuo nome

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,93)
Un film di Luca Guadagnino. Con Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg, Amira Casar, Esther Garrel.
continua»

Genere Drammatico, - Italia, Francia, USA, Brasile 2017. Uscita 25/01/2018.

Natale all'improvviso

* * - - -
(mymonetro: 2,44)
Un film di Jessie Nelson. Con Diane Keaton, John Goodman, Olivia Wilde, Amanda Seyfried, Marisa Tomei.
continua»

Genere Commedia, - USA 2015. Uscita 26/11/2015.

Interstellar

* * * 1/2 -
(mymonetro: 3,92)
Un film di Christopher Nolan. Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Jessica Chastain, Michael Caine, John Lithgow.
continua»

Genere Fantascienza, - USA 2014. Uscita 06/11/2014.
Filmografia di Timothée Chalamet »

martedì 22 gennaio 2019 - Il commovente racconto dell'amore incrollabile di una famiglia nei confronti di un figlio problematico. Da giovedì 14 febbraio al cinema.

Beautiful Boy, il poster italiano del film

a cura della redazione cinemanews

Beautiful Boy, il poster italiano del film Nick Shelf è un bellissimo ragazzo. Lo è sempre stato, fin da bambino. Il bellissimo ragazzo del suo papà. Buono, bravo, intelligente. Cresciuto con amore dal padre giornalista e dalla sua seconda moglie, Karen, artista, che ha dato a Nick due bellissimi fratelli. Da adolescente, comincia a sperimentare qualche droga, la sua preferita è la metanfetamina, ma in mancanza va bene anche l'eroina, anche in vena. Nick vorrebbe venirci fuori, ma non ci riesce: si pente, chiede aiuto, si disintossica e ci ricade. Il resto è la storia di un calvario che investe tutta la famiglia e in particolar modo quel padre che farebbe qualsiasi cosa per poterlo aiutare. "Faccio film perché, in un certo senso, mi obbligano a elaborare le mie esperienze personali e ad affrontare le mie difficoltà. Quando decido di esplorare una storia particolare, e trattare temi come l'elaborazione del passato, della perdita, ecc., imparo moltissime cose: imparo ad affrontare la vita, e quindi ad apprezzarla sempre di più". Felix Van Groeningen, regista Beautiful Boy è il commovente racconto dell'amore incrollabile di una famiglia e della sua totale dedizione nei confronti di un figlio tossicodipendente che cerca di uscire dal tunnel.

Tratto da due autobiografie, una scritta dal noto giornalista David Sheff e l'altra da suo figlio Nic Sheff, il film - di cui presentiamo in anteprima il poster ufficiale italiano - sarà al cinema da giovedì 14 febbraio. Nel cast, diretti da Felix Van Groeningen, troviamo tra gli altri Steve Carell, Timothée Chalamet, Maura Tierney e Jack Dylan Grazer.

   

Altre news e collegamenti a Timothée Chalamet »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità