Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
marted 20 novembre 2018

Sarah Felberbaum

Un'inglese in Italia

38 anni, 20 Marzo 1980 (Pesci), Londra (Gran Bretagna)
occhiello
Letizia: "Sai montare un cavallo?"
Antonio: "Se me lo dai gi montato meglio, senn va' a fin che m'imbroglio con i pezzi!"

dal film Il principe abusivo (2013) Sarah Felberbaum Letizia
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Sarah Felberbaum
David di Donatello 2011
Nomination miglior attrice per il film Il gioiellino di Andrea Molaioli



Da mercoled 13 gennaio su Canale 5.

Caterina e le sue figlie tornano con una nuova stagione

luned 11 gennaio 2010 - Alessandra Giannelli cinemanews

Caterina e le sue figlie tornano con una nuova stagione Nuova stagione, la terza per l'esattezza, da mercoled 13 gennaio, per la fiction che ha fatto un po' la storia di Canale 5: Caterina e le sue figlie. Un prodotto su cui l'azienda punta molto, dopo il successo delle prime due serie, a detta di Giancarlo Scheri, direttore fiction della rete, grazie anche alla sua veste pi divertente (anche su richiesta della protagonista). Un cast nutrito diretto da Alessandro Benvenuti, Riccardo Mosca e Alessio Inturri. Un film di 800 minuti, in otto serate televisive. Alberto Tarallo, il produttore, prosegue il resoconto delle novit della terza stagione che, tra le altre cose, vede la partecipazione di attrici come Angela Molina (Maria Isgro') e Rossy De Palma (l'amata attrice di Pedro Almodvar, nei panni della stravagante Estrella) che affiancheranno la protagonista Virna Lisi e altrettanto note e brave attrici italiane: da Giuliana de Sio (Cetty), alle tre figlie Alessandra Martines (Adele), Valeria Milillo (Agostina) e Sarah Felberbaum (Carlotta); e ancora: Eva Grimaldi (Eleonora), Iva Zanicchi (Liliana), con un'amichevole partecipazione di Manuela Arcuri (Morena la Spaccacuori), ma anche le new entry di Brando Giorgi (Michele Malimberti), Alessandra Barzaghi (Tatiana) e Francesco Testi (conte Francesco Pigna). Tutti per raccontare vicende divertenti, anche se non mancano drammi e sentimenti: una fusione perfetta tra melodramma e commedia, certamente godibile per la famiglia, in cui si affrontano temi scottanti, ma sempre con impegno ed ironia. Il regista Benvenuti, voluto dalla produzione anche per la sua nota vena comica (lui ha diretto le prime due puntate), confessa l'unit nella co-regia, che non semplice da realizzare, per essere riusciti a dare un filo conduttore preciso e stilistico nel lavoro. Un lavoro che stato accettato seriamente, pur essendo lui un autore di cinema e teatro, anche per la qualit della recitazione resa da tutti gli interpreti. Da un punto di vista professionale, aggiunge il regista, c' da parte sua un certo orgoglio per un prodotto ben riuscito.

Rai fiction si avventura nel mistery con un prodotto tratto dall'omonimo libro di Eraldo Baldini.

Mal'aria: una fiction fantasy

mercoled 8 aprile 2009 - Alessandra Giannelli cinemanews

Mal'aria: una fiction fantasy Presentato come un film "strano" ovvero non nei canoni della fiction, Mal'aria tratto dall'omonimo libro di Eraldo Baldini (pubblicato da Frassinelli e vincitore, nel 2003, del premio Fregene) perch c' si una storia, ma anche mistery e superstizione.
Pino Corrias, capostruttura di Rai Fiction, ribadisce che questo racconto ha, soprattutto, a che fare con il fantasy, che un genere non frequente per la televisione, che nasce dalla fantasia (appunto) di Baldini, uno scrittore "regionalizzato" che ambienta le sue storie nel ravennate, in paesaggi di nebbia e di acqua, sul delta del Po. La narrativa di questo autore stata definita "gotico-rurale", che anche il titolo che egli ha dato ai suoi racconti. Paragonato a Stephen King, ma anche ad altri scrittori noir, amico di Lucarelli, ha collaborato con lo stesso, distinguendosi per questa "chiave" in pi, che appunto il fantasy. Qui la protagonista, oltre alla malaria, alla nebbia e al paesaggio, che in questa storia contano molto, una strega, che quella che determina la malaria. Siamo nell'Italia del 1925, nella stagione fascista delle bonifiche, c' la propaganda del regime che vuole che tutto funzioni e si avvii alla modernit e c' questa interferenza della realt e cio che, in una zona rurale, stanno morendo dei bambini. Viene mandato un ispettore sanitario (il dottor Carlo Rambelli) che, nelle intenzioni del regime, dovrebbe sopire questo dato di realt, mentre poi gli avvenimenti porteranno ad una serie di accadimenti, la cui narrazione sempre avvolta nel mistero. Il film ha una chiave che rappresenta (dai tempi de Il segno del comando: uno sceneggiato della Rai del 1971), nelle immagini, negli effetti speciali, in questo fondale soprannaturale per la televisione, una novit.

Intervista esclusiva all'attrice erede di Vittoria Puccini in Ritorno a Rivombrosa.

Sarah Felberbaum, figlia di Elisa

mercoled 19 dicembre 2007 - Alessandra Giannelli cinemanews

Sarah Felberbaum, figlia di Elisa Da poco terminata la terza serie, di otto puntate, della saga-Rivombrosa, il successo non si fatto attendere: il pubblico, desideroso di conoscere le ultime vicende familiari e amorose che la fiction offre, sin dai tempi della bella coppia, anche nella vita, Puccini-Preziosi (che lascer il posto a Cristiano, l'attore Antonio Cupo, al principio della seconda serie), si questa volta affezionato alla nuova protagonista: l'attrice Sarah Felberbaum, che ha interpretato Agnese, la figlia, come dal titolo, di Elisa. Non delude la sceneggiatura, che regala un'altra avvincente storia d'amore: quella tra la giovane Agnese Ristori, che dalla madre riprende bellezza e tenacia e il marchese Andrea Casalegno, l'attore Giulio Berruti, uomo gi navigato nei rapporti sentimentali, ma che rimane affascinato dalla persona di Agnese; un nobile che, come aveva fatto Fabrizio, vicino ai contadini e lotta per le loro ragioni. La giovane coppia si incontra vent'anni dopo le vicende conosciute dal pubblico, quando, trascorso un periodo a Parigi, Agnese fa ritorno a Rivombrosa dove ad attenderla, oltre all'amore di Andrea, ci sar il Capitano Lorenzo Loya (l'attore Giorgio Borghetti). Quest'ultimo prover, fino all'ultimo, a ostacolare la passione sorta tra i due. Ma Agnese, per amore del giovane rivoluzionario, sar disposta a tutto e avr dalla sua parte anche la fortuna, cos da garantire il lieto fine, come il pubblico gi sa. Questa coppia shakesperiana ai tempi di Napoleone incarna la passione, il coraggio, ma anche la forte determinazione, soprattutto, di realizzare i propri sogni. Interamente girata in location, proprio da sogno (il Castello di Agli, oggi pi noto come Castello di Rivombrosa, vicino a Torino, in altre fortezze in quel di Parma e anche nei pressi di Roma, a Borgo di Rota), la famosa fiction, per il momento, si congeda dal suo affezionatissimo pubblico, lasciando emozioni e immagini avvincenti, e romantiche, anche nel volto della brava Sarah.

Uno di Famiglia

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,55)
Un film di Alessio Maria Federici. Con Pietro Sermonti, Lucia Ocone, Sarah Felberbaum, Moise Curia, Massimo De Lorenzo.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 25/10/2018.

Nessuno come noi

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,50)
Un film di Volfango De Biasi. Con Alessandro Preziosi, Sarah Felberbaum, Vincenzo Crea, Leonardo Pazzagli, Sabrina Martina.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 18/10/2018.

Tu mi nascondi qualcosa

* * * - -
(mymonetro: 3,43)
Un film di Giuseppe Lo Console. Con Giuseppe Battiston, Stella Egitto, Sarah Felberbaum, Rocio Munoz Morales, Rocco Papaleo.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2018. Uscita 25/04/2018.

Poli Opposti

* * - - -
(mymonetro: 2,14)
Un film di Max Croci. Con Luca Argentero, Sarah Felberbaum, Giampaolo Morelli, Elena Di Cioccio, Anna Safroncik.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2015. Uscita 08/10/2015.

Una piccola impresa meridionale

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,82)
Un film di Rocco Papaleo. Con Riccardo Scamarcio, Barbora Bobulova, Rocco Papaleo, Sarah Felberbaum, Claudia Potenza.
continua»

Genere Commedia, - Italia 2012. Uscita 17/10/2013.
Filmografia di Sarah Felberbaum »

luned 22 ottobre 2018 - Alessandro Preziosi, Volfango De Biasi, Lucia Ocone, Pietro Sermonti, Alessio Maria Federici e I soldi spicci tra gli ospiti della puntata.

Splendor 4, si pu parlare di 'nuova' commedia italiana?

a cura della redazione cinemanews

Splendor 4, si pu parlare di 'nuova' commedia italiana? La quarta puntata di Splendor pu contare sulla presenza dei registi Volfango De Biasi e Alessio Maria Federici, di Alessandro Preziosi, Lucia Ocone, Pietro Sermonti, del duo comico I soldi spicci e di Piotta.

Nessuno come noi il film diretto da Volfango De Biasi e interpretato da Alessandro Preziosi, protagonista di una storia clandestina ambientata negli anni 80, un'epoca senza smartphone e in cui "tradire era una cosa seria". Con una particolare attenzione alla recitazione, Volfango De Biasi racconta di aver lavorato "in maniera maniacale con gli attori" lasciando certamente spazio alla magia e alla scintilla dell'imprevedibilit attoriale ma lavorando molto alle fondamenta da cui poi lasciare innalzarsi i personaggi. Alessandro Preziosi racconta di come con Sarah sia stato "tutto molto progressivo" poich "quando si recita con troppa concentrazione si poco empatici".

Il duo de I Soldi spicci (Annandrea Vitrano e Claudio Casisa) nasce in teatro, in un laboratorio per l'esattezza, approdato in un secondo momento al web e arrivato, infine, al cinema. La fuitina sbagliata il loro esordio al cinema: "nato come un film comico e poi diventato una commedia romantica e un on-the-road", una "storia d'amore al contrario" in cui i protagonisti si sono lasciati e non sanno come dirlo ai loro genitori.

Nel suo ultimo film da protagonista, Uno di famiglia, Lucia Ocone Zia Angela, una donna "terribile", molto fisica e con un marcato accento calabrese, un crime movie con un risvolto satirico-comico. Come ha gi avuto modo di raccontarci, per lei "fare commedia far fluire la demenza" e in questo film, che affronta temi serissimi con una dissacrante leggerezza, il suo personaggio "micidiale".
Esiste una nuova commedia? E in cosa diversa da quella del passato? Per il regista di Uno di famiglia, Alessio Maria Federici, gli italiani hanno sempre avuto una capacit di sintesi senza eguali e da qualche tempo, finalmente "siamo usciti dal battutismo per tornare a raccontare cosa accade, guardandoci intorno". Pietro Sermonti, parlando del suo ruolo in questo film, un uomo di terza et che si ormai rassegnato alla sua condizione, osserva che proprio "l'idea di utilizzare il fallimento di un sogno un grilletto per la commedia".

. "Solo per noi" il nuovo singolo di Tommaso Zanello, in arte Piotta, che anticipa l'uscita del nono album ufficiale del rapper capitolino dal titolo "Interno 7". Un disco introspettivo che attinge alla biografia del cantautore e ripercorre simbolicamente i luoghi della sua adolescenza.

Altre news e collegamenti a Sarah Felberbaum »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità