Il divo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il divo   Dvd Il divo   Blu-Ray Il divo  
   
   
   
rob8 sabato 28 luglio 2018
una delle prove più riuscite di sorrentino Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Misurarsi con la storia recente della Repubblica e con personaggi politici di spicco, come fu il Moro di Ferrara o di Bellocchio, o come qui con Giulio Andreotti, è impresa ardua e rischiosa.
Tanto più se si punta ad un’identificazione tra uomo e personaggio, nei termini volutamente esasperati che quest’opera persegue.  Ma avere a disposizione per tale parte un attore cone Toni Servillo, invoglia a perseguire l’impresa con ferma determianzione. E lo sforzo viene premiato.
Il divo è una delle prove più riuscite di Sorrentino, laddove la geometria visiva si sposa con quella narrativa, in un rigore di forme che rende coerenti anche le deformazioni – non solo fisiche – del protagonista. [+]

[+] lascia un commento a rob8 »
d'accordo?
alejazz martedì 19 giugno 2018
un'altra inconfutabile opera di sorrentino Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Eppure questo film mi era sfuggito da mano....e dopo 10 anni sono riuscito a ritrovarlo spinto dalla curiosità di vedere un'altra opera di Paolo Sorrentino. 
Ma ad esser onesto, ricorderei anche la bravura inconfutabile di Tony Servillo in grado di interpretare personaggi non semplici e di un certo calibro e spessore come Giulio Andreotti. 
Il Divo ripercorre la storia del senatore a vita dalla fine degli anni 80 all'inizio delle inchieste su tangentopoli e mani pulite.

Cosa mi è piacuto:
   -   la fotografia del film con la saggia scelta dei colori e delle inquadrature delle telecamere
   -   la scelta del passo storico inserito nel film
   -  l'interpretazione di T. [+]

[+] lascia un commento a alejazz »
d'accordo?
raffele mercoledì 9 maggio 2018
potere, ragion di stato, manierismi brillanti Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

 me l’ero perso nel 2008. non è alla politica, alla storia di questo paese che mi fa pensare, non immediatamente. senza mediazioni mi colpisce sorrentìno sapiente nella fotografia, nelle sottolineature musicali, gli stacchi traumatici, e frasi storiche talmente solenni da sfiorare una specie di onanismo cinematografico. e più scorrono i fotogrammi, le allegorie, gli arredi del palazzo e quelle facciacce di santoni democristiani e di mafiosi, più sono costretto a constatare che il film è fatto bene. servillo/andreotti è un totem che prende vita, imperturbabile come andreotti vero, con in più quel momento della “confessione” concitata, parossistica, sulla strategia della tensione per la sopravvivenza del moderatismo, la ragion di stato italiana. [+]

[+] lascia un commento a raffele »
d'accordo?
shingo tamai sabato 1 aprile 2017
il politico Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Tutto ed il contrario di tutto si può dire Andreotti,ma nessuno può permettersi di mettere in dubbio che è stata una delle figure politiche più carismatiche della storia italiana.
Pensando un attimo a quello che passa il Governo oggi,in tutti i sensi,quasi quasi mi metto a piangere.
Dunque condivido a pieno la scelta di avergli dedicato una pellicola.
Servillo lo interpreta al meglio,dandoci la sensazione di averlo studiato profondamente.
Sorrentino ha,almeno in questo caso,fatto un buon lavoro tuttavia mi sembra,anche se in maniera molto furba e ben celata,che questa sia una pellicola palesemente a sfavore del protagonista reale.
Di fatto vengono insinuati,talvolta in uno spettacolare stile americano,con incidenti ed omicidi ad alta velocità,mille dubbi su come Andreotti abbia gestito il suo potere. [+]

[+] lascia un commento a shingo tamai »
d'accordo?
catcarlo mercoledì 8 marzo 2017
il divo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film così legato alla realtà politica nostrana e ai bizantinismi connessi parrebbe impossibile da comprendere all’estero, ma ‘Il divo’ è stato ben accolto quasi ovunque, tanto che il regista ha vinto il Premio della Giuria a Cannes: il che vuol dire che il suo lavoro e quello dei suoi collaboratori ha saputo andare al dilà delle contingenze imponendosi come opera a sé stante. Per lo spettatore italiano è comunque inevitabile prescindere dalla dimensione storica: costruito in flashback a partire dai primi anni Novanta con la delusione per la mancata elezione alla Presidenza della Repubblica e l’avvicinarsi implacabile del maxiprocesso di Palermo, la pellicola ripercorre la parabola della massima influenza andreottiana da diversi punti di vista, ma sempre sottolineando la sottile eppure mefistofelica perizia del divo Giulio nel muovere le pedine giuste al momento giusto senza stare troppo a badare alle motivazioni o alla fedina penale. [+]

[+] lascia un commento a catcarlo »
d'accordo?
aristoteles venerdì 19 febbraio 2016
la verità è la fine del mondo Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Per me rimane il miglior film di Sorrentino.
Attraverso la figura del mitico Andreotti si racconta la storia della politica italiana di molti,molti anni.
Il modo in cui lo si fa è fresco e a tratti geniale.
La pellicola va veloce ed ogni battuta ha un suo perché.
Gli eventi narrati sono molteplici, forse troppi ed alcuni non vengono sviscerati completamente, tuttavia in pieno stile "andreottiano" si favorisce il culto verso "il detto e non detto".
Certamente avremmo gradito qualche certezza in più, tuttavia il film fila liscio lo stesso.
Bravissimo Servillo in una dimensione grottesca e surreale che tuttavia non svilisce la figura politica di Andreotti. [+]

[+] lascia un commento a aristoteles »
d'accordo?
davidino.k.b. venerdì 23 ottobre 2015
il miglior regista per descrivere andreotti Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Sorrentino grande, musiche e riprese da oscar, personaggi descritti al limite del noir per un gran film

[+] lascia un commento a davidino.k.b. »
d'accordo?
tomdoniphon venerdì 30 maggio 2014
un uomo specchio di un paese Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

"Molti pensano che De Gasperi e Andreotti andassero tutti e due in chiesa per lo stesso motivo, ma non è così: De Gasperi parlava con Dio, Andreotti con il prete"..."I preti votano". Ritratto del "divo" Andreotti, in un momento di svolta della storia della politica italiana, prima dell'inizio del processo di Palermo. Sorrentino non cerca la verità in merito alle tante responsabilità dello statista, ma tenta l'impossibile: approfondire "l'uomo" Andreotti, che ne esce in tutta la sua ambiguità e tragicità ("un regista freddo, impenetrabile, senza pietà umana", come disse Aldo Moro); un uomo complesso come un enigma, "chiuso nel suo sogno di gloria", sempre nascosto dietro la sua sottilissima ironia (il film è ricchissimo di battute memorabili). [+]

[+] lascia un commento a tomdoniphon »
d'accordo?
cizeta venerdì 4 aprile 2014
capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

La vita di uno dei personaggi (insieme a Cossiga) che ha dominato la politica, l'economia e le relazioni internazionali negli ultimi 50 anni di storia italiana. Il film di Sorrentino si concentra in un momento preciso della vita di Andreotti: tra l'inizio del suo settimo mandato ed il periodo tangentopoli. 

voto personale: 10

Non dilungandomi sugli aspetti legati alla trama ed il periodo (riassumerli qua con i giusti ricollegamenti storici sarebbe impresa ardua) mi soffermerei sull'aspetto cinematografico.
A mio parere una pellicola biografica è un genere realmente molto delicato: si deve decidere quale momento della vita del soggetto andare a trasporre, renderlo il più possibile interessante, dare delle nozioni documentaristiche, riprodurre fedelmente il personaggio. [+]

[+] lascia un commento a cizeta »
d'accordo?
timburton sabato 8 marzo 2014
capolavoro. Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Il film è un autentico capolavoro. Superiore senza dubbio alcuno alla tanto decantata "La Grande Bellezza". Vorrei soffermarmi però su quelle che - se non erro - sono due imprecisioni: 1) Andreotti non venne assolto, bensì prescritto; 2) tra i premi parlate di "nomination agli oscar". Non mi pare proprio. Mi sembra che venne mandato agli oscar come rappresentante italiano il sicuramente inferiore "Gomorra" che non arrivò agli oscar.

[+] lascia un commento a timburton »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 »
Il divo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (18)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (26)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità