Il divo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il divo   Dvd Il divo   Blu-Ray Il divo  
   
   
   
mik lunedì 2 giugno 2008
inchino a sorrentino Valutazione 5 stelle su cinque
77%
No
23%

Che dire? una parola forse...Capolavoro. Sorrentino dimostra coraggio e talento innato, vuoi perchè portare Andreotti e quel periodo sul grande schermo è impresa non da poco, vuoi perchè lo fa con umorismo, creatività, intelligenza, la giusta dose di cattiveria, ma anche umanità...vuoi perchè, e scusate se è poco, sublima l'immagine rendendola arte. "il divo" farà storcere il naso a chi vorrà vederci per forza un giudizio politico e storico...ma per carità, almeno per una volta cerchiamo di dare " a ciascuno il suo"... facciamo fare al regista il regista (e Sorrentino lo sa fare eccome!), allo storico lo storico, al politico il politico. E forse è proprio qui che esce l'ennesima bizzarra ambiguità di questo bizzarro e grottesco paese, ( così come bizzarra e grottesca è la rappresentazione del suo potere nel film) : l'impossibilità di fornire una versione ufficiale di quella storia "oscura" è delegata da noi alla fantasia di un regista che storia non può fare. [+]

[+] lascia un commento a mik »
d'accordo?
fabrizio dividi giovedì 29 maggio 2008
fenomenologia di giulio andreotti Valutazione 4 stelle su cinque
80%
No
20%

La storia di un decennio attraverso la lente distorta del feroce sarcasmo di Sorrentino colpisce nel segno e riporta ai fasti il cinema italiano. Più Petri che Rosi, più grottesco che realista, il regista racconta una figura storica contemporanea più simbolica che reale. Andreotti è l'idea della politica italiana, del potere e degli intrighi degni di un Machiavelli moderno tanto da superare la persona reale. Peraltro la sintesi storica è appropriata e difficilmente contestabile visto che la gran parte della sceneggiatura è composta da frasi, assiomi pensieri che il nostro "grande vecchio" ha espresso in interviste, libri e aule processuali. E' paradossale, ma Andreotti stesso dovrebbe riconoscersi nella figura che egli stesso ha contribuito a creare: cinico, calcolatore, freddamente ironico. [+]

[+] lascia un commento a fabrizio dividi »
d'accordo?
diomede917@tiscali.it venerdì 6 giugno 2008
quel diavolo di un divo Valutazione 5 stelle su cinque
75%
No
25%

Il divo ovvero il ritratto dell'uomo politico che ha fatto il bello e il cattivo tempo nell'Italia della Prima Repubblica. La tematica era molto pericolosa, il rischio era quello di scivolare nella parodia alla Bagaglino o in una faziosità di parte invece Sorrentino ha fatto l'unica cosa possibile: Cinema! Con Il Divo Paolo Sorrentino si è laureato in regia con 110 e lode, basta guardare la rappresentazione dei cadaveri eccellenti iniziali per capire quello che dico. Il regista sparge citazioni cinematografiche a go-go: la corrente andreottiana stile Mucchio Selvaggio introdotta da un fischiettio stile Kill Bill, la riunione nella toilette di Andreotti ispirata a Gli intoccabili e soprattuto quel modo di muoversi che ricorda il Dracula di Coppola. [+]

[+] lascia un commento a diomede917@tiscali.it »
d'accordo?
loladarlyn giovedì 29 maggio 2008
il divo, pop-requiem all'italiana Valutazione 4 stelle su cinque
68%
No
32%

Battiato cantava: "Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere, di gente infame che non sa cos'è il pudore, si credono potenti e gli va bene...". Al divo Giulio è andata bene sicuramente, l'impunità è l'ennesimo bottino di una guerra durata una vita, una guerra condotta a testa bassa ma con la pacata sfrontatezza di chi non ci pensa proprio a mollare. Scandali, polveroni,accuse tutto ha sopportato e tutto ha sostenuto, come se quella buffa gobba fosse servita a distogliere l'attenzione da due braccia poderose quanto quelle di Atlante. Ma si sa, se i giganti non sempre sono cattivi, è consigliabile riservare una giusta dose di sospetto all'ometto di media statura che non alza mai lo sguardo. [+]

[+] lascia un commento a loladarlyn »
d'accordo?
antonello villani mercoledì 18 giugno 2008
una presenza strisciante tra le stanze del potere Valutazione 4 stelle su cinque
76%
No
24%

Fa discutere il ritratto sul delfino di De Gasperi, eppure “Il Divo” conquista a Cannes il prestigioso Premio della Giuria. Aneddoti e veleni sull’eminenza grigia che ha rivestito tutte le cariche politiche tranne quella di Presidente della Repubblica, il burattinaio accusato di connivenza con la mafia, per alcuni il responsabile dell’omicidio Moro e per altri l’incarnazione del potere nella sua accezione peggiore. Del Divo Giulio, appellativo datogli dal giornalista Pecorelli, restano le sue battute irriverenti ed i troppi misteri non ancora svelati. Paolo Sorrentino riassume un periodo denso di avvenimenti, il settimo Governo Andreotti nelle rievocazioni –il caso Moro, il delitto Dalla Chiesa, l’omicidio di Salvo Lima- che suscitano qualche perplessità. [+]

[+] lascia un commento a antonello villani »
d'accordo?
kobayashi domenica 22 giugno 2008
a me pare un film spettacolare Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

non solo per il tema, ma anche perchè la vita di Andreotti è realmente spettacolare, dove per tale si intende rilevante e non bella. Essere immuni dalla sofferenza, tranne che con il "fatto" Moro, dopo essere passato attraverso 50 anni lotte senguinose, essere stato tacciato di qualsiasi nefandezza o crimine, essere stato nel bene o nel male protagonista contraddittorio e sintesi fra menzogna e verità di un intero paese è una cosa spettacolare. Non vuol dire che sia bella, certo, ma è avvincente. Io l'avrei sottotitolato: cosa è capace di fare un uomo dall'aspetto dimesso? oppure: la forza della negazione! ancora: la volontà di esserci a ogni costo. Sono stato felice che Sorrentino non abbia tratto conclusioni, ma si sia limitato ad un affresco delle contraddizioni insite al politico lasciando il dubbio sul fatto che sia vittima o carnefice: se abbia dovuto giocare partite sporche per restare il numero uno o solo per una sua fame criminale. [+]

[+] lascia un commento a kobayashi »
d'accordo?
xavor venerdì 6 giugno 2008
che ognuno faccia quel che deve Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Che ognuno faccia quel che deve. Che la vita continui normalmente. Sono le parole che l’Imperatore del Giappone rivolse al suo popolo al volgere del conflitto con la Russia del 1904. Che ognuno faccia quel che deve. Che la vita continui normalmente. Anche dopo una strage, anche dopo una morte eccellente, voluta dal potente. Soprattutto se voluta dal potente. Parole sante anche per lui, che ne ha fatto filosofia di vita, assieme al principio delle tre scimmiette: non vedo, non sento, non parlo… Anche se so. E si che lo so. Del resto se non lo sa lui? Sette volte presidente del consiglio, una carriera infinita da De Gasperi al Berlusconi terzo. Passando per il sessantotto, per le stragi di Stato ben orchestrate, e poi su con le “ scale mobili ” fino alle stragi attuali, con le partite in differita… Andreotti: uno sempre al proprio posto, il primo posto. [+]

[+] lascia un commento a xavor »
d'accordo?
lemillebolleblu mercoledì 28 maggio 2008
convince e colpisce “il divo” di sorrentino Valutazione 4 stelle su cinque
65%
No
35%

di Marianna Sansone Giulio Andreotti è l’asse gravitazionale della vita politica italiana. Era presente all’Assemblea Costituente, a cui partecipò a soli 29 anni. Classe 1919, Andreotti, ha ricoperto decine di volte la carica di Ministro (Interni, Esteri, Tesoro) e ben sette volte la carica di Presidente del Consiglio, fino a diventare Senatore a vita nel 1991. Una figura misteriosa e imperturbabile che il regista de “Il Divo” Paolo Sorrentino ha voluto rappresentare in 110 minuti di film maestosamente diretto che gli è valso il premio della giuria all’ultimo Festival di Cannes. L’attore protagonista è lo straordinario Toni Servillo, di cui si riconoscono a stento gli occhi sotto la trasformazione operata per renderlo Guilio Andreotti. [+]

[+] lascia un commento a lemillebolleblu »
d'accordo?
filippo catani martedì 6 marzo 2012
gli intrighi del potere in italia (e non solo...) Valutazione 4 stelle su cinque
83%
No
17%

Il film cerca di ricostruire le Mosse politiche e private di Giulio Andreotti a partire dalla formazione del suo ultimo governo e andando a ritroso nel tempo.
Molto efficace la costruzione del film da parte di Sorrentino che si è trovato ad affrontare non poche difficoltà. Intanto cercare di ricostruire numerosi fatti all'interno della ragionevole durata che deve avere un film e poi creare una sceneggiatura tale da non renderlo una sorta di documentario. Ed è così che lo spettatore verrà portato avanti e indietro lungo i tanti eventi di cui lo stesso Andreotti (per stessa ammissione del protagonista del film) è stato accusato durante la sua lunga militanza politica: omicidio Dalla Chiesa, Sindona, Calvi, rapporti con la mafia, Pecorelli e ovviamente la gestione del caso Moro. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
everlong venerdì 4 febbraio 2011
il grottesco di un'italia grottesca Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Il divo è sicuramente un film importante, ma soprattutto necessario. Un film che serve ad un paese che fatica a continuare a porsi domande su una certa storia d'Italia e che preferisce il giustificazionismo più assurdo o il qualunquismo più ignorante ad una seria opera di ricostruzione della verità. Naturalmente questa non è la pretesa del film, ma sicuramente lo è quella di identificare un sistema, di interrogarsi su un modello di potere che ha determinato il destino di un paese per interi decenni. Sorrentino riesce ottimamente nel suo intento, difendendosi preventivamente attenendosi ai fatti, ricostruendo dinamiche politiche e processuali ormai scritte e appurate, che solo i nostalgici o i mistificatori possono continuare a negare. [+]

[+] lascia un commento a everlong »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Il divo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (18)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (26)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità